La ladinia, patria dei ladini - Alta Badia Info

Alta Badia Info
Title
Vai ai contenuti
Patria dei Ladini

Cultura e lingua ladina: gli abitanti della Val Badia (come anche in Val Gardena, Fassa, Arabba-Livinallongo e Cortina d' Ampezzo) parlano il ladino, lingua piu antica dell’arco alpino. Esempio: bun dé=buon giorno, l’ciüf=il fiore, l’crëp=la montagna, a s'odëi=arrivederci…. Gli abitanti della Ladinia sono portati al rispetto e alla conservazione dell’ambiente perciò si possono ammirare antiche costruzioni ben conservate e diversi musei, in particolare il Museo Ladin Ciastel de Tor (castello) a San Martino in Badia. Il museo mette in luce alcune particolari circostanze della storia e della vita attuale dei ladini nelle Dolomiti.
Agriturismo e masi ladini: Nella valle ci sono ancora molti masi tipici, alcuni molto antichi e carichi di storia. Cucina tipica ladina (Maso Runch e Agriturismo Sotciastel): (zuppa d' orzo, turtres e cajinci arestis, ravioli di spinaci e ricotta con parmigiano e burro fuso, stinco o costole di maiale con polenta e crauti, canaderli con gulasch, strudel di mele o furtaies).

Il Santuario di S. Croce, sotto le pareti del Sasso della Croce: Da Pedraces (Badia) si sale tramite la seggiovia Santa Croce e dopo 20 minuti di cammino, si raggiunge il Santuario di Santa Croce, chiesetta e ospizio (2045 m) ai piedi del Monte Croce.

Mercatino dei prodotti tipici e dell' artigianato Nella zona pedonale di San Cassiano appuntamento settimanale (ogni mercoledi dalle 16.00 alle 20.00). Ogni due settimane il mercatino viene abbinato al paese in festa in compagnia della fisarmonica o con musica dal vivo, specialita' gastronomiche e degustazone di prodotti tipici locali.
Usi e costumi: Dalle feste campestri alle usanze gastronomiche, dai tipici balli popolari ai riti religiosi come le processioni, la Val Badia abbondano anche di usi e costumi popolari, legati ai tempi antichi.
La casa natale del Santo Giuseppe Freinademetz a Oies: Sopra il paese di San Leonardo in Badia nella frazione di Oies, si trova la casa natale, dove nel 1852, naque il Santo Giuseppe Freinademetz. Luogo ormai diventato di fede e di preghiera. Nelle stanze della casa dove vissero il Santo e la sua famiglia sono esposti documenti e fotografie, indumenti ed altri ricordi. Vicino alla casa natale e' stata costruita una struttura polifunzionale con un ampio locale di preghiera.
Il Ladino viene parlato nella Val Badia, Gardena, nella valle di Livinnalongo (Pieve-Arabba), in Val di Fassa e a Cortina d' Ampezzo.

De bi salüc da nosta bela valada ladina a mesa les Dolomites, a s'udëi! (in lingua Ladina: i migliori saluti dalla nostra bella vallata in mezzo alle Dolomiti, arrivederci!)
Torna ai contenuti