Val Badia in Alto Adige - Alta Badia Info

Alta Badia Info
Title
Vai ai contenuti
Di paese in paese lungo la strada della Val Badia
L' accesso principale alla Val Badia si trova a S. Lorenzo in Val Pusteria. Lungo la Gadera si raggiunge Longega, diramazione a sinistra per S.Vigilio di Marebbe, e a destra per Rina. La valle prosegue, per raggiungere Piccolino dove si estende il territorio di S. Martino in Badia con le due frazioni di Longiaru' e Antermoia. Proseguendo dopo pochi chilometri Pederoa, piccola localita' artigianale nel Comune di La Valle. Arrivati al paese di Pedraces la valle cambia di colpo il suo aspetto, aprendosi nella vasta e stupenda conca di Badia, contornata dal Sasso Croce, Lavarella, Conturines, Sassongher, Gardenaccia e il Gruppo del Sella. E' qui' che ha inizio il territorio dell' Alta Badia.
S.Vigilio di Marebbe 1193 m E' adagiata in una magnifica conca circondata da prati e boschi e dalle pareti del Piz da Peres e del Monte Sella. Al centro la bellissima chiesa, tutto attorno si addensano case con appartamenti da affittare, tutte ben curate, e numerosi alberghi e pensioni. Vivace luogo di villeggiatura con clima favorevole, e con tante possibilita' di passeggiate ed escursioni, famoso centro di sport invernali, con moderni impianti di risalita che fanno capo al Plan di Corones, la montagna sciistica per eccelenza.
San Martino in Badia 1127 m E' sovrastato dal suo castello Ciastel de Tor, dove e' racchiuso il Museo Ladino. Luogo dove gli abitanti si dedicano alla coltivazione delle campagne, e ai lavori artigianali. Negli utimi anni anche il turismo invernale ha preso piede, con la entrata in fuzione della nuova telecabina che collega S. Martino con San Vigilio.
Longiaru 1398 m Nella valle di Longiaru si trova questo delizioso paese di montagna inserito nel parco naturale Puez-Odles. Si puo' notare un certo sviluppo da paese esclusivamente agricolo, a piccolo centro di villeggiatura estiva.
Partendo da Longiaru, escursione facile fino alla Ütia Ciampcios nel parco naturale Puez-Odle
Antermoia 1514 m Piccolo centro sulla strada per il Passo delle Erbe, ai piedi del maestoso Sasso Putia. Il nucleo centrale, ha subito un notevole svilluppo con la costruzione di numerose villette e di alcuni alberghi. Antermoia e' in ottima posizione panoramica e soleggiata, luogo di villeggiatura estiva e in parte anche invernale.
Museo Ladino Ciastel de Tor (a San Martino in Val Badia: Luogo di riferimento storico e geografico per i ladini dolomitici. Il museo riassume e da informazioni sulla storia, la lingua, le leggende, l' archeologia, la geologia, il turismo, l' artigianato e la cultura, tipici di questa popolazione. A San Cassiano si trova un nuovo piccolo museo Ursus ladinicus, dove sono esposti i resti dell' orso delle Conturines.
Il Passo delle Erbe. Dall' Alta Badia si prende la strada in direzione di Brunico, prima di Piccolino deviare per S. Martino in Badia, attraversare il paese, passare vicino al castello Tor (museo ladino) e proseguire fino a raggiungere Antermoia. Passato il paese di Antermoia continuare per la strada che porta al passo delle Erbe (grande parcheggio). Si consiglia la romantica passeggiata fino sotto la parete del Sasso Putia.
Nei pressi di Longiaru' sono conservati su un sentiero appositamente attrezzato, alcuni mulini con i caratteristici canaletti artificiali, in qualche occasione anche in funzione a scopo dimostrativo e le caratteristiche case antiche Viles di Longiaru

Il Regno di Fanes. Dall' Alta Badia in direzione di Brunico, deviare per S. Vigilio, proseguire per Pederü (accesso soggetto a pedaggio), inizio passeggiata fino ad arrivare al alpe del Fanes, famosissima e piena di leggende. Punti di ristoro sono il rifugio Lavarella e il rifugio Fanes. Si scende per lo stesso percorso.
Torna ai contenuti